Skip to main content

Cenni storici

Fontana Liri , paese della provincia di Frosinone posto lungo la sponda sinistra del Liri, è costituita di due centri urbani ugualmente importanti: Fontana Liri Superiore e Fontana Liri Inferiore. Ha origini antichissime: nel suo territorio sono stati accertati insediamenti umani preistorici - risalenti al pleistocene medio-inferiore (oltre 700 mila anni fa ) testimoniati da importanti reperti litici rinvenuti nel 1971- e resti ceramici dell’età del bronzo.
Già territorio volsco, Fontana in epoca romana fu poi pagus di Arpino col nome di Laterium. Nella seconda metà del 500 fu possedimento di vari duchi longobardi spesso in lotta fra loro. Uno di questi, Zottone, duca di Benevento, trasformò in castello quell’agglomerato di abitazioni esistenti lungo il Liri e la località prese il nome di Castello Zupponis, poi di Castrum Scipionis. Durante il sec. X gli abitanti del Castrum, terrorizzati dalle scorrerie e dai saccheggiamenti delle orde dei Saraceni prima e degli Ungari poi, si rifugiarono su una balza del vicino monte S. Lucia ove sorse e si sviluppò il nuovo paese che, dal nome di una vicina fonte, si chiamò Fontana.
Verso la metà dell’anno Mille furono costruiti il castello Succorte e il paese che ancora oggi mantiene la sua caratteristica medievale con strutture spiccatamente difensive. La prima notizia certa sul nome Fontana è contenuta in un “Instrumento di privilegio” stipulato nel 1142. Nel Medioevo, coinvolta a lungo nelle lotte fra Papato e Impero, Fontana passò più volte alle dipendenze dell’uno o dell’altro. In seguito fu anche possedimento degli Angioini.
Dal 1443 al 1796 appartenne al Ducato di Sora e quindi ai Cantelmo,ai Della Rovere e ai Boncompagni. Dal 1796 e fino all’unificazione dell’ Italia, Fontana fece parte del Regno di Napoli, Provincia di Terra di Lavoro.
Nel 1863, con decreto reale, il paese cambiò denominazione e si chiamò Fontana Liri.
Con la costruzione in Fontana Liri del Polverificio militare (oggi Stabilimento Militare “Propellenti”) e con la sua entrata in funzione (1894), la zona del paese ad esso adiacente si sviluppò rapidamente e la frazione, allora denominata Polverificio sul Liri, con Regio Decreto 7 aprile 1930, divenne sede municipale. Nel corso della seconda guerra mondiale il paese subì oltre trenta bombardamenti e le sue abitazioni risultarono distrutte per oltre il 70%. Oggi Fontana Liri ha un volto nuovo e per le sue rilevanti “valenze paesaggistiche, naturali e storiche” è stata classificata Comune “di notevole interesse pubblico”

da Fontana Liri - due centri una storia di Generoso Pistilli

 

Il Santuario della Madonna di Loreto

 

Documenti e approfondimenti

Il dramma di un paese - di Generoso Pistilli (formato PDF)

Storia del polverificio - di Generoso Pistilli (formato PDF)

Lo stemma del Castello

 

 

{gallery}fontana/gallery{/gallery}

Subscribe to Our Newsletter: